Campo Araldini di San Francesco

Evviva San Francesco!!!

     Miei cari, quest’anno la Divina Provvidenza mi ha permesso di partecipare ad un incontro bello e molto arricchente. Dopo tre anni di presenza e di lavoro in Italia, ho potuto conoscere come è organizzato il campo estivo per Araldini di San Francesco. Quest’anno si chiamava Araldin Academy. Si è svolto presso la Fattoria “Il Santo”, un borgo bello e pittoresco situato nella Val d’Elsa, in Toscana.

     L’incontro con i bimbi e la gioventú è iniziato giovedì 31 agosto. Dopo il nostro arrivo, dopo aver occupato le camere ed aver mangiato i panini, abbiamo iniziato la nostra avventura. Quella sera è venuto da noi Hercules, che ci ha insegnato che cosa sono il coraggio e la prodezza, e che non sempre esse dipendono dalla forza dei muscoli. Nei giorni successivi Biancaneve ci ha incoraggiato al servizio del prossimo e re Artú ci ha presentato cosa sono la nobiltà e l’umiltà. Non è mancato l’incontro con San Francesco e, il più importante, quello con il Signore Gesù nel mattino domenicale.

     Il tempo è stato occupato da diversi impieghi, svolti dai gruppi, ad esempio: cuocere biscotti e dolci, preparare dei piccoli tovaglioli decorati oppure dei gioielli. Ci sono stati giochi e campionati sportivi (nella notte) e pure il concorso musicale-danzante: “Araldin got talent”. Ai bambini sono piaciuti di più i canti con le composizioni da ballo.

     Il venerdì sera i bimbi, con l’aiuto della gioventù, hanno preparato la veglia di preghiera durante la quale, come segno del servizio e dell’umiltà, si sono lavati i piedi a vicenda. Il sabato siamo andati tutti (circa 60 bimbi e circa 20 animatori) nel bosco per fare una passeggiata. Tra gli alberi e i cespugli, in una radura del bosco, abbiamo danzato; come pure, in questi giorni, abbiamo ascoltato una conferenza che raccontava del Santo di Assisi.

     Alla Santa Messa domenicale sono venuti numerosi genitori. La liturgia è stata celebrata sotto il cielo nudo, perchè la chiesa locale è troppo piccola per una così grande quantità di partecipanti. Le signore cuoche ed il cuoco sono stati bravissimi, come pure la gioventú che si è occupata degli aspetti tecnici (è stato girato anche il film con l’uso del drone).

     Sono rimasto estremamente impressionato dall’impegno della Gioventú Francescana e del Terzo Ordine; come ho appreso dopo, sono riusciti ad organizzare tutta questa bellissima e spettacolare iniziativa in tempo molto breve. Grazie a Dio per questa nuova esperienza e per il bene che noi tutti ne abbiamo ricevuto. Evviva San Francesco!!!

 

Fra Norberto